Referral marketing, come funziona?

Se parliamo di strategie di marketing, il referral è sicuramente una delle più efficaci.

Di che cosa si tratta?

Che cos’è il referral marketing

Con referral marketing ci si riferisce a tutte le tecniche e le strategie di marketing che si basano sul passaparola al fine di acquisire nuovi clienti. 

In particolare, il termine referral indica tutti consigli, le segnalazioni e raccomandazioni fatte da clienti di rivolgersi a un brand da cui hanno personalmente acquistato.

Il referral marketing, quindi, consiste proprio nel trasformare clienti in veri e propri ambassador, che diventino dei veri e propri portavoce dei valori e della qualità dei prodotti e dei servizi offerti dal brand.  

Ok, i concetti sono molti. Ma che cosa c’è alla base?

Perché il referral marketing è così utile alle aziende?

Beh, sai perfettamente che la riprova sociale è una delle armi della persuasione più potenti in assoluto. 

La percezione della qualità di un prodotto o di un servizio aumenta in modo direttamente proporzionale alla quantità di persone che lo hanno usato, provato e recensito.

Se vedi tante persone, magari tue conoscenti, avvicinarsi, acquistare e decantare un brand, beh… Non dirmi che non nasce in te l’interesse di saperne di più.

Ma c’è di più.

Come creare referral marketing: la strategia

Come tutte gli strumenti più potenti ed efficaci, c’è bisogno di estrema attenzione, analisi e studio per creare una strategia di referral marketing che porti risultati reali e concreti.

Lascia che ti spieghi come funziona. 

Prima di tutto, senza clienti realmente soddisfatti e felici della loro esperienza di acquisto, non esiste referral. 

Il primo consiglio è di investire sulla user experience e sulla fidelizzazione dei clienti: cura ogni step del viaggio dell’utente, rendendolo il più semplice, piacevole e fluido possibile. 

Perfeziona ogni sezione del sito, ogni contenuto e ogni aspetto della tua strategia, dalla thank you page all’assistenza clienti. 

consiglia un amico

Consiglieresti mai un prodotto il cui acquisto ti è costato minuti su minuti? O un sito che non ti ha reso la vita facile? Immagino di no. 

Le analisi di mercato non possono assolutamente mancare. Studia e monitora in modo continuo e preciso, per capire l’andamento delle vendite ma anche il comportamento degli utenti sul tuo e-commerce o sito web. 

Riuscirai a comprendere quale strada seguire o quale prodotto promuovere o migliorare. 

E fin qui, nulla di complicato, o quasi: si tratta di competenze specifiche e mirate. Se non sei sicuro/a di possederle tutte, saremo contenti di darti una mano. Ma continuiamo.

Oltre al focus sulla soddisfazione dei tuoi clienti, dovresti occuparti di creare un sistema di ricompensa per incentivare ancora di più lo sviluppo di referral. 

Agevolazioni a chi consiglia il brand: un codice sconto da far utilizzare anche a un amico, per esempio.

Infine, ricordati di puntare molto sulle recensioni: richiedile, se necessario. Non tutti, in effetti, lasciano commenti o pareri sui loro acquisti. Per molti non è un processo automatico ecco.

Ma tutta questa strategia è davvero efficace? Può davvero portare risultati degni di nota? 

Referral marketing: perché è importante?

Il referral marketing, se fatto bene, apporta innumerevoli vantaggi a brand e aziende:

  • Aumenta le vendite: come dicevamo prima, le persone saranno più invogliate all’acquisto grazie agli sconti, voucher e incentivi proposti;
  • Migliora la reputazione del brand: avere referral significa dimostrare ad altri potenziali clienti la qualità e soprattutto la credibilità dei prodotti e servizi proposti;Incrementa la brand awareness: va da sé che più persone vengono coinvolte, più la conoscenza del brand si dilata;
  • Fa ottenere nuovi lead e clienti già propensi a conoscere il brand, sulla scia delle raccomandazioni positive del referral;
referral marketing: consiglia un amico

Differenza tra referral marketing e affiliate marketing

Molto spesso si fa confusione tra referral marketing e affiliate marketing: non sono la stessa cosa

Sebbene abbiano entrambi l’obiettivo di far avvicinare nuovi clienti al brand, il modus operandi è totalmente diverso.

Potresti pensare all’affiliate marketing come a una strategia che ha un focus prevalentemente commerciale: prevede un compenso economico su ciò che gli affiliati sono riusciti a vendere tramite la loro promozione e la loro voce. 

Si parla quindi di vere e proprie commissioni sul venduto effettivo. 

Nel referral marketing, invece, ciò non accade: il fulcro centrale è il passaparola, senza compensi di natura economica. 

Conclusione

Come hai visto, il referral marketing è un’arma particolarmente potente: dalla psicologia fino alla fiducia, i risultati per le aziende possono essere davvero importanti!