Visual content: perché è importante?

In una società in cui i social sono spesso visti come uno strumento di evasione dal classico “vado di fretta”, catalizzare l’attenzione delle persone è estremamente importante.

Uno degli strumenti più efficaci è il visual content: ne parliamo nelle prossime righe.

Visual content: che cos’è?

Con visual content ci si riferisce a tutti quei contenuti visivi caratterizzati da una specifica grafica, gamma di colori e layout: da immagini a video, da infografiche a gif e presentazioni. 

Figli del content marketing, i contenuti visual hanno la preziosa capacità di attirare molto facilmente l’attenzione dell’utente e di comunicare un messaggio immediato, esplicito e, quindi, facilmente comprensibile. 

Jackpot!

Capisci bene che si tratta di caratteristiche che, se sfruttate ed utilizzate nel giusto modo, possono riuscire a coinvolgere il tuo pubblico. 

Ora scendiamo più nello specifico: ecco una carrellata di contenuti digitali in cui inserire elementi visual in modo strategico.  

Immagini per blog

Devi sapere che sul web la leggibilità è più lenta del 25-30% rispetto al cartaceo e, quindi, aumentare la probabilità che le persone leggano l’articolo fino alla fine dovrebbe essere una delle priorità.  

Avere un contenuto accattivante dal punto di vista grafico è essenziale: oltre alla formattazione del testo (grassetti, corsivi), si dovrebbe anche lavorare sull’aspetto visual. 

I dati parlano chiaro: gli articoli che contengono elementi visivi ottengono il 94% in più di visite totali.

Ma come si fa? 

Prima di tutto, potresti creare una palette di colori per rendere riconoscibile e unico il tuo stile, rendendolo facilmente associabile al tuo brand. 

Poi, scegli con cura le immagini da inserire nella copertina dell’articolo e nel testo: entrambe devono essere di qualità e preferibilmente non più pesanti di 100kb, per non influire sulla velocità del sito. 

Ricorda di rinominarle con le giuste keyword: i motori di ricerca tengono d’occhio anche questi aspetti!  

Alcuni tool in cui trovare immagini stock per i tuoi contenuti visivi:

  • Unsplash: foto scattate da fotografi e creativi da tutto il mondo (senza copyright) da poter scaricare e riutilizzare;
  • Pexels: molto simile a Unsplash, raccoglie immagini di alta qualità scattate da fotografi professionisti e amatoriali di alto livello;
  • Stocksnap: raccolta di immagini aggiornata ogni settimana.

Gif

Le gif hanno un impatto positivo in termini di engagement, proprio perché trasmettono un’emozione, sentimento o stato d’animo a 360°, spesso in modo ironico o divertente. 

Proprio per questo si tratta di un formato non adatto a tutte le aziende: dipende dal tono di voce

È ovvio che per un marchio premium che una comunicazione formale, beh… Usare le gif all’interno delle newsletter potrebbe non essere la scelta migliore. 

Se, invece, si parla di un brand o un’azienda dal tono amichevole, caldo e alla mano, utilizzare le gif potrebbe essere un’ottima scelta: 

Basta andare su Gify.com, inserire la parola chiave relativa a ciò che vuoi comunicare, scaricare la gif e condividerla sui social.

Infografiche

Qui parliamo di quei contenuti visual che trasformano informazioni e dati come statistiche e procedure in elementi grafici. 

Le infografiche nascono proprio per comunicare concetti e messaggi in modo chiaro e immediato, per rendere il messaggio facilmente memorabile e condivisibile anche su altre piattaforme. 

Quali gli strumenti?

  • Canva: molto semplice e intuitivo, presenta grafiche già pronte da utilizzare in modo gratuito;
  • Visme: strumento gratuito per la creazione di infografiche, si presenta come alterativa a canva;
  • Infogram: piattaforma per eccellenza delle infografiche, gratuita per i primi 10 progetti.

Perché i contenuti visual sono importanti?

I contenuti visual sono estremamente importanti all’interno di una strategia di marketing perché:

  • permettono alle aziende di trasmettere un messaggio in modo chiaro: cosa c’è di meglio di una spiegazione graficamente esplicita?
  • rendono il contenuto, e quindi le informazioni veicolate, memorabili: il cervello impiega pochi millisecondi a processare e registrare le immagini;
  • possono aumentare il tempo di permanenza all’interno di una pagina: tra un blocco di testo lungo e compatto e un testo interrotto da immagini di alta qualità, che cosa sceglieresti più volentieri?
  • parlano un linguaggio universalmente compreso: un segno grafico può superare la barriera linguistica. 

Pensa che secondo uno studio HubSpot, il 49% dei marketer giudica il visual marketing come “davvero importante”, il 22% come “importante” e il 19% afferma che la strategia non sia nulla senza i contenuti visual. 

O ancora, il 49% dei marketer utilizza principalmente contenuti visual all’interno di blog e siti web, seguiti da social come Facebook e Instagram.

Conclusioni

E tu? Usi già elementi visual all’interno della tua strategia di marketing?

Condividi il tuo amore

Richiedi la TUA consulenza gratuita.

Verrai ricontattato subito.

Richiedi la TUA consulenza gratuita.

Verrai ricontattato subito.

Condivisione e networking

Podcast →

Blog →

Gruppo Facebook →

Wall loghi partner →

Per le aziende

Sviluppo web →

Social media →

SEO →

Copy →

Funnel marketing →

Casi studio →

Social

Contatti

Telefono →

Email →

Compila form