Web App: cosa sono e quando sono utili?

Scenderemo nei dettagli riga dopo riga. 

Oggi parleremo delle web app, strumenti niente male in un contesto in cui le connessioni a Internet aumentano via via che il tempo a disposizione degli utenti diventa sempre più sottile. 

Ma facciamo chiarezza fin da subito.

Che cos’è una web app

Quando si parla di web app ci si riferisce a quelle applicazioni accessibili direttamente da browser, scaricabili su qualsiasi dispositivo e sistema operativo.

Codificate con linguaggi HTML, CSS e JavaScript, le web app sono molto versatili e adatte a diversi ambiti: Netflix e Pinterest ne sono un esempio. 

Sono adatte anche per supportare progetti aziendali: dalla creazione di un CMS a un portale per gestire la comunicazione tra i membri del team. 

Fin qui, ci siamo? Magari qualche esempio potrebbe essere utile. 

Alibaba, Google Docs, Evernote, Trello, Whatsapp Web. 

Ancora qualche dubbio? Seguimi. 

Qual è la differenza tra app, web app, progressive web app e sito web

Al contrario di ciò che avviene per le app native, per le web application non è necessario scaricare e installare un’applicazione web sul dispositivo mobile: basterà avere una connessione a Internet e un server di ricerca. 

Ciò significa che non ci sarà alcuna limitazione di compatibilità da sistema operativo iOS o Android.

App store da un lato e libero accesso da qualsiasi browser dall’altro, quindi. Ma non è tutto.

Devi sapere che le applicazioni web non hanno accesso all’hardware del dispositivo: niente accesso a risorse come fotocamera, gps e rubrica.

Riassumendo il tutto in due parole: le differenze tra web app e app sono per lo più funzionali e strutturali. 

web app

Bene, ora hai tutte le informazioni necessarie per fare un passo avanti.

Hai mai sentito parlare di progressive web app? É un sistema ibrido tra le applicazioni web e le classiche app. Lascia che ti spieghi meglio. 

Si tratta dell’implementazione di una web app sotto forma di applicazione mobile. Infatti, le progressive web app sono accessibili da smartphone con meno possibilità di linguaggio nativo.

Ciò significa che, anche in questo caso, l’accesso alle funzionalità del dispositivo sono limitate. Le grandi assenti sono le notifiche push, ad esempio. 

Ok, tutto molto bello e interessante cara copywriter.

Ma in pratica, se ho già un sito a che cosa mi serve un’applicazione web? Semplice: a dare quel tocco in più di vivacità e interazione.

Una web app non è altro che la polarizzazione della dinamicità di un sito web

Se la funzione di un sito è prevalentemente di dare informazioni e dati sui prodotti, il successo di un’applicazione web si misura in termini di interazione da parte dell’utente.

Pensa ad esempio a Gmail, Google Docs e Google Analytics: nessuna home page informativa e statica, ma veri e propri strumenti creati appositamente per attività pratiche. 

Dal punto di vista strutturale, invece, un sito web è una vera e propria raccolta di pagine generalmente codificate in HTML.

Una web app, invece, è un’applicazione che come dicevamo all’inizio è ospitata su un server remoto. 

Ambiti di applicazione delle web app

Come abbiamo visto, le applicazioni web sono estremamente elastiche. Proprio per questo motivo vengono utilizzate in contesti molto diversi tra loro:

  • Coordinazione aziendale: gestione delle comunicazioni tra i membri del team, creazione e condivisione di documenti e calendari; 
  • E-commerce
  • Turismo: presentazioni online, elaboratori di testi, fogli di calcolo;
  • Editing di video e foto;
  • Scan di documenti;
  • Messaggistica istantanea.

Vantaggi delle web application

È arrivato il momento di fare un faccia a faccia con la realtà pratica.

Quali sono i vantaggi di un’applicazione web? 

  • Maggiore accessibilità e nessuno spazio di memorizzazione sul dispositivo. Non sarà necessario passare per l’app store, cercare l’applicazione, accertarsi che sia quella giusta, avviare il download, inserire la password per completare l’installazione. Basterà digitare una semplice query su un qualsiasi browser e i crawler faranno il resto;
  • Rapide e semplici da creare, richiedono meno un budget minore rispetto alle classiche app;
  • Un solo punto di accesso per aggiornamenti continui e automatici: i dati sono aggiornati costantemente da remoto; 
  • Multi-device senza ostacoli di compatibilità;
  • Sicure, grazie al protocollo https.

Conclusioni

Applicazione web o app? Quale la soluzione migliore per la tua azienda? 

Chiaramente non è una scelta facile. Oltre agli obiettivi e alle necessità, occorre tener conto del fatto che creare una web app non è semplice: servono competenze specifiche e mirate.

Già, lo sviluppo web non è cosa da tutti giorni.

Ma noi, in Friulancers, un professionista ce l’abbiamo.